Overly

Flaubert, l'opera e il suo doppio

I romanzi di Flaubert sono contrassegnati da un rigore stilistico e compositivo tale che la materialità, la tragedia stessa della vita raccontata, si risolvono totalmente nella forma. Ma accanto a questa scrittura "diurna", Flaubert ha sviluppato nelle lettere un'immensa scrittura "notturna" in cui storia e storie, paesaggi e culture, dolore e morte, esaltazione e erotismo si distendono per migliaia di pagine.
Il libro che presentiamo è il tentativo di proporre la sostanza di una scrittura e di un pensiero. Ma, ancora di più, di tentare di costruire un ponte tra le due scritture, quella narrativa e quella espistolare. Ne emerge un'opera nuova. Qui Flaubert esprime l'ansia della bellezza e l'attrazione per il sordido, qui si uniscono l'opaco dell'ottusità e il nitore metafisico, l'esaltazione per l'ideale e i miasmi della vita. Qui l'amore e l'amicizia trovano la loro espansione, accanto alle delusioni e all'atrocità dell'esistenza. Tutto questo trova la sua unità nello straordinario protagonista di questo romanzo nascosto, che altri non è che lo stesso Flaubert. Arrivare a scoprire questo romanzo significa trovarsi improvvisamente di faccia a uno dei testi più grandi della letteratura di ogni tempo



tutte le pubblicazioni